Famiglie Fragili – Programma regionale di interventi economici per l’anno 2021

FamiglieFragili2021SFth

Si apre nel mese di giugno 2022 [TERMINE SCADUTO] la seconda edizione del Programma di interventi economici realizzati con il finanziamento assegnato per il 2021 dalla Regione del Veneto, ai sensi della L.R. n. 20/2020 (Capo IV). Rispetto al bando del 2020, non è stata finanziata la linea di intervento a sostegno dell’attività sportiva dei figli.

A cura dell’Ufficio di Ambito Territoriale Sociale VEN04.

Locandina

FamiglieFragili2021_locandina

Bando (ufficiale)

FamiglieFragili2021_Bando_UATVEN04

Le 3 linee di intervento

Attenzione: la fattispecie prevista da ciascuna linea (ad esempio: ‘4 figli a carico, di cui 1 minorenne’) deve sussistere alla data di pubblicazione del bando (16 maggio 2022).

CONSULTA ATTENTAMENTE IL BANDO


Linea 1 – famiglie con figli minori orfani di uno o entrambi i genitori

Contributo: 1.000 euro per ciascun figlio minore


Linea 2 – famiglie monoparentali* (genitore unico)

Quando nel nucleo familiare è presente un solo genitore, anche a seguito di separazione o divorzio.

Contributo: 1.000 euro per il nucleo familiare

* Ai fini del programma si intendono ‘monoparentali’ le famiglie composte da: (1) minori riconosciuti alla nascita da un solo genitore; (2) un solo genitore, con uno o più figli minorenni, indicato nella certificazione ISEE; (3) un solo genitore con ascendenti e/o parenti e con uno o più figli minorenni, indicato nella certificazione ISEE; (4) genitori separati o divorziati, con figli fiscalmente a carico.


Linea 3 – famiglie numerose

Sono considerate ‘numerose’ le famiglie:

a) con almeno 4 figli fiscalmente a carico, di cui almeno 1 minorenne (contributo: 125 euro per figlio minore)

b) con parto trigemellare (contributo: 900 euro per il nucleo familiare)


Come funziona il programma

E’ possibile presentare domanda per una unica linea di intervento.

Per ciascuna linea l’Ufficio d’Ambito Territoriale formerà una graduatoria sovracomunale, in base ai punteggi e ai criteri di precedenza previsti dalla Regione (vedi allegato A – DGR 1462).
I contributi verranno assegnati scorrendo la graduatoria, fino ad esaurimento del fondo ripartito dalla Regione Veneto.

In via sperimentale, i nuclei familiari beneficiari del contributo potranno aderire, su base volontaria e gratuita, a proposte culturali e formative (clicca per visualizzare il volantino) finalizzate al potenziamento del ruolo genitoriale, individuate dall’Ufficio di Ambito.


Requisiti per l’ammissione in graduatoria

  1. ISEE fino a: euro 20.000,00;
  2. assenza di carichi pendenti in capo al richiedente (L. R. n. 16/2018);
  3. nucleo familiare residente in uno dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale (ATS VEN_04);
  4. possesso di idoneo titolo di soggiorno per ogni componente del nucleo familiare di cittadinanza non-comunitaria.

Quando e Come fare domanda

termini: da martedì 31 maggio alle ore 12.30 di giovedì 30 giugno 2022

[TERMINE SCADUTO]

La domanda va presentata autonomamente dal cittadino ONLINE:

CLICCA QUI per scaricare le istruzioni sulla compilazione online (in formato .pdf)

È utile predisporre tutti i documenti necessari in formato digitale sul proprio dispositivo: [formati ammessi: .pdf, .jpg, .png][dimensione massima per file: 4Mb][risoluzione massima per immagini: 10Mpx]

Assistenza alla compilazione

( Solo in via residuale, per le famiglie residenti a Thiene)
Prenota un appuntamento allo Sportello Famiglia in Municipio:


Documenti necessari per l’inoltro della domanda o per comprovare situazioni particolari

(per ogni linea di intervento)

  • immagine fronte e retro di un documento di identità in corso di validità del richiedente
  • copia di un documento di soggiorno idoneo (per ogni componente cittadino extraUE)
  • copia dell’attestazione ISEE valida per l’anno in corso
  • (se sussiste) copia della certificazione di invalidità grave (L.104/1992 art.3 co. 3) del figlio

(altri documenti utili per le singole linee di intervento)

Linea 1

  • provvedimento di nomina del tutore, da cui risulti l’autorizzazione ad incassare somme con vincolo di destinazione a favore del minore
  • sentenza o provvedimento giudiziale che attesti la fattispecie del “femminicidio”

Linea 2

  • provvedimenti emessi nel corso dei procedimenti di separazione, annullamento,
    scioglimento, cessazione degli effetti civili del matrimonio o unione civile, relativi a statuizioni di
    ordine personale e/o patrimoniale tra i genitori e nei confronti dei figli;
  • certificato rilasciato dal Servizio Sanitario Regionale, attestante (se presente) il riconosciuto disagio psicofisico di un componente il nucleo familiare, da cui derivi l’esenzione del pagamento della prestazione sanitaria;
  • certificato medico attestante lo stato di gravidanza.

Linea 3

  • certificato rilasciato dal Servizio Sanitario Regionale, attestante (se presente) il riconosciuto disagio psicofisico di un componente il nucleo familiare, da cui derivi l’esenzione del pagamento della prestazione sanitaria.

FAQ (domande frequenti)

(Verranno pubblicati qui eventuali chiarimenti interpretativi da parte dell’Ufficio di Ambito).

Riferimenti normativi