Piano voucher famiglie per la connettività a banda ultralarga

condividi:

fonti: www.bandaultralarga.italia.it e www.infratelitalia.it

Presentazione

Nell’ambito della strategia nazionale per promuovere la connettività a banda ultralarga (BUL), il Comitato preposto dal Ministero per lo Sviluppo Economico ha affidato ad Infratel Italia un piano rivolto a famiglie e imprese per venire incontro alle esigenze di connettività per famiglie e imprese a seguito delle necessità generate dalla pandemia da Covid-19.

Il Piano voucher per famiglie ha l’obiettivo di garantire la fruizione di servizi di
connessione ad internet in banda ultra larga.

Alle famiglie con ISEE inferiore ai 20.000 euro è riconosciuto
un contributo massimo di 500 euro, in forma di sconto, sul prezzo
di vendita dei canoni di connessione ad internet in banda ultra larga
per un periodo di almeno dodici mesi e, ove presenti, dei relativi
servizi di attivazione, nonché per la fornitura dei relativi
dispositivi elettronici (CPE) e di un tablet o un personal computer.

Requisiti e condizioni

Possono accedere allo sconto i nuclei familiari privi di contratti di connessione, o la cui connettività attuale sia inferiore a 30 Mbit/s in download.

Il contributo non può essere concesso per l’attribuzione del solo tablet o personal computer.

E’ riconosciuto un solo contributo per ciascun nucleo familiare presente nella medesima unità abitativa.

Come funziona

E’ possibile accedere al piano presso presso qualunque canale di vendita reso disponibile dagli operatori registrati presso InfratelItalia.

Link a documentazione e modulistica.

La richiesta va accompagnata da:

  • copia del proprio documento di identità
  • dichiarazione sostitutiva, attestante che il valore ISEE del proprio nucleo familiare non supera i 20.000 euro, e che i componenti, per la medesima unità abitativa, non hanno già fruito del contributo.

L’operatore, per ogni richiesta di contributo ricevuta, inserisce sul portale telematico messo a disposizione da Infratel Italia S.p.a.:

a. il codice fiscale e gli estremi del documento d’identità del beneficiario;
b. la dichiarazione relativa al valore dell’ISEE del proprio nucleo di appartenenza;
c. il codice identificativo dell’offerta cui il beneficiario intende aderire;
d. le caratteristiche tecniche del tablet o del personal computer incluso nell’offerta;
e. copia del contratto stipulato con il beneficiario.

Una volta attivato il servizio di connessione ad internet presso l’unità abitativa del beneficiario, l’operatore trasmette, tramite il portale di cui all’art. 6, il verbale di consegna firmato dal beneficiario, da cui emerga l’avvenuta attivazione del servizio e l’avvenuta consegna del tablet o del personal computer, nonché il
documento di attestazione del livello di servizio misurato.

Entro sessanta giorni dal ricevimento della documentazione di cui al comma 3, Infratel Italia S.p.a. provvede a versare sul conto dedicato dell’operatore l’ammontare totale del contributo per ciascun beneficiario, al netto della trattenuta del 5%, a garanzia del corretto svolgimento delle attività di erogazione del servizio. La somma trattenuta a titolo di garanzia sarà restituita, previo
espletamento delle opportune verifiche da parte di Infratel Italia
S.p.a. e, in ogni caso, entro il termine del periodo di vigenza del
Piano disciplinato dal presente decreto.

La disponibilità a livello regionale delle risorse finanziarie residue è aggiornata con cadenza giornaliera nell’ambito del portale telematico.

Elenco degli operatori accreditati e delle offerte

https://bandaultralarga.italia.it/aggiornamenti-voucher-fase-i/

Riferimenti normativi

Decreto Ministero Sviluppo Economico del 7 agosto 2020