Carta acquisti ordinaria (65 anni)

La Carta Acquisti (o Social Card) è una carta elettronica di pagamento emessa da PosteItaliane, utilizzabile per la spesa alimentare/sanitaria, e per il pagamento delle bollette della luce e del gas.

Viene caricata dall’INPS ogni due mesi con 80 euro (40 euro/mese).

Con la Carta si possono anche avere sconti nei negozi convenzionati che sostengono il programma Carta Acquisti.

Inoltre, ai titolari della ‘Carta Acquisti’ che siano intestatari di una utenza domestica, è riconosciuto d’ufficio il cd. ‘bonus elettrico’ (una riduzione sulla spesa per l’energia elettrica riservata alle famiglie bisognose o numerose, applicata direttamente sulla bolletta della luce), senza che debbano farne apposita richiesta (cfr. delibera ARG/elt 175/10). Il bonus verrà rinnovato automaticamente di anno in anno, a meno che l’INPS non faccia richiesta di cessazione. 

link alle pagine informative ufficiali:
modulistica (fonte: MEF)

Requisiti

  • Essere di età non inferiore a 65 anni;
  • essere in possesso della cittadinanza italiana; ovvero della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea; ovvero familiare di cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; ovvero rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;
  • essere cittadino regolarmente iscritto nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale);
  • avere trattamenti pensionistici o assistenziali che, cumulati ai relativi redditi propri, sono di importo inferiore a 6.966,54 € all’anno o di importo inferiore a 9.288,72 € all’anno, se di età pari o superiore a 70 anni;
  • avere un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a 6.966,54 euro;
  • non essere, da solo o insieme al coniuge indicato nel quadro 4:
    • intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
    • intestatario/i di utenze elettriche non domestiche;
    • intestatario/i di più di una utenza del gas;
    • proprietario/i di più di un autoveicolo;
    • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
    • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;
    • titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 € ovvero, se detenuto all’estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.
  • non fruire di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni in quanto ricoverato in istituto di cura di lunga degenza o detenuto in istituto di pena.

Come richiederla

Il modulo per la richiesta della Carta Acquisti va compilato e presentato all’Ufficio postale abilitato più vicino, con questi allegati:

  • copia di un documento di identità.
  • attestazione ISEE valida, anche in fotocopia, oppure copia DSU;

Quando la domanda viene accolta, si riceve una comunicazione con l’invito a recarsi presso un Ufficio Postale abilitato per il ritiro della Carta Acquisti elettronica. Sulla carta sarà già disponibile, e utilizzabile successivamente alla ricezione dell’apposito Codice di Sicurezza (PIN), che sarà recapitato da Poste Italiane all’indirizzo di residenza del titolare (genitore richiedente).

Dove richiederla

Come si usa

  • La Carta deve essere usata solo dal titolare. Firmala nello spazio sul retro e non cederla ad altri
  • Ogni Carta ha un codice personale, il PIN, che ti verrà inviato a casa. Assicurati che rimanga segreto, non scriverlo sulla Carta e non conservarlo insieme ai tuoi documenti o alla Carta stessa
  • Puoi utilizzare la Carta solo nei negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard e negli uffici postali per pagare bollette elettriche e di fornitura gas
  • L’utilizzo della Carta è gratuito, non devi pagare alcuna commissione
    Sulla Carta è indicato il periodo di validità, ma se dopo il suo rilascio, i tuoi requisiti non sono conformi a quelli richiesti, il Ministero dell’Economia e delle Finanze può sospendere o disattivare la Carta Acquisti
  • Non è possibile prelevare contanti o ricaricare la Carta. Il suo uso è consentito solo negli ATM Postamat per controllare il saldo e la lista movimenti
  • Se usi la Carta nei terminali POS degli uffici postali o negli ATM Postamat, devi digitare il codice PIN, che costituisce l’unico strumento di identificazione. Nei negozi alimentari abilitati al circuito Mastercard, invece, devi firmare la ricevuta del POS e, se richiesto, mostrare un documento di riconoscimento
  • In caso di smarrimento o furto, chiedi il blocco della Carta telefonando al numero verde gratuito 800.902.122 (se sei in Italia) o al numero +39.049.21.00.149 (se sei all’estero). L’operatore ti comunicherà il “numero di blocco”. In seguito dovrai fare una denuncia all’Autorità Giudiziaria o di pubblica sicurezza e, entro due giorni lavorativi bancari dalla telefonata, dovrai rivolgerti ad un ufficio postale fornendo il “numero di blocco” e una copia della denuncia. Presso lo stesso ufficio potrai richiedere una nuova Carta su cui troverai il saldo della Carta bloccata.
  • In caso di Carta smagnetizzata o difettosa rivolgiti presso gli uffici postali abilitati.

Riferimenti normativi

  • art. 81, co. 29 e seguenti, del decreto-legge n. 112 del 2008, convertito con modificazioni, dalla legge n. 133 del 2008.
  • comma 216 art 1 Legge 27 dicembre 2013, n. 147 (Legge di stabilità 2014)

Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2020